2020-02-25
Visita di Stato del Presidente Ilham Aliyev in Italia

Il 20 e 21 febbraio si è svolta la visita di Stato del Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian Ilham Aliyev nella Repubblica Italiana, la prima visita di Stato di un presidente dell’Azerbaigian in Italia: un momento storico per le relazioni Italia-Azerbaigian, che ha rafforzato ulteriormente i già ottimi rapporti consolidati nel corso negli anni, come risultato di un costante dialogo politico di altissimo livello, numerose visite reciproche istituzionali, l’elevato avanzamento raggiunto nella cooperazione economico-commerciale e un’intensa agenda di collaborazione culturale ed accademica. Il Presidente Ilham Aliyev ha incontrato le più alte cariche dello stato italiano: il Presidente Sergio Mattarella, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati e il Presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico.

La prima visita di Stato del Presidente della Repubblica dell'Azerbaigian ha un significato storico anche per la firma da parte del Presidente Ilham Aliyev e del Presidente Giuseppe Conte della Dichiarazione Congiunta sul Rafforzamento del Partenartiato Strategico Multidimensionale tra la Repubblica dell’Azerbaigian e la Repubblica Italiana, che rappresenta il documento politico di più alto livello mai sottoscritto dalle parti.

Come è evidente dal nome del documento, le parti non solo si identificano come partner strategici, ma vogliono anche rafforzare ulteriormente questa partnership strategica in tutti i settori. Per questo motivo, il documento contiene indicazioni concrete per un ulteriore rafforzamento del partenariato multidimensionale, globale e comprensivo in vari ambiti: politica, difesa, sicurezza, economia, commercio, energia, trasporti, innovazione, scienza, istruzione, cultura, contatti tra i popoli e altri. Inoltre, uno dei punti principali del documento è lo svolgimento di un Dialogo Strategico regolare tra i due paesi, sotto la guida dei ministeri degli affari esteri dell'Azerbaigian e dell'Italia, al fine di coordinare e discutere questioni pertinenti per l'attuazione della Dichiarazione Congiunta.

La Dichiarazione Congiunta conferma il reciproco sostegno all'indipendenza, alla sovranità, all'integrità territoriale e ai confini riconosciuti a livello internazionale di entrambe le parti, nonché all'inammissibilità di atti di aggressione nelle relazioni interstatali. Nel documento si sottolinea che le parti sostengono una risoluzione pacifica del conflitto del Nagorno Karabakh tra l’Armenia e l’Azerbaigian, sulla base dei principi fondamentali dell'Atto Finale di Helsinki, in particolare la sovranità, l’integrità territoriale e l’inviolabilità dei confini internazionali, come sancito nei pertinenti documenti e decisioni dell'ONU e dell'OSCE, così come nell'ambito del processo negoziale in corso, tenuto sotto l'egida dell'OSCE.

La Dichiarazione Congiunta rivela inoltre l'importanza di una cooperazione reciprocamente vantaggiosa, riconoscendo che l'Unione Europea rappresenta il principale mercato di importazione ed esportazione per l'Azerbaigian e che l'ltalia è il primo partner commerciale dell'Azerbaigian, nonché la rilevanza del rafforzare la cooperazione tra le parti in aree strategiche come difesa, energia, trasporti, logistica e altro, del rafforzamento della cooperazione e il sostegno reciproco nell’ambito di organizzazioni internazionali. Considerando l'intensità e l'essenza delle relazioni di alto livello tra l'Azerbaigian e l'Unione europea, si sostiene la conclusione più rapida di un accordo tra l'Azerbaigian e l'Unione Europea su una cooperazione e un partenariato globali, così come il proseguire gli sforzi comuni per la tempestiva esecuzione del gasdotto Trans Adriatico, conformemente agli accordi e agli impegni esistenti delle parti, che consentiranno di rendere pienamente operativo il Corridoio Meridionale del Gas e di fornire gas naturale dall'Azerbaigian all'Europa, rafforzando così la sicurezza energetica europea, attraverso la diversificazione delle fonti di gas naturale e delle rotte di consegna.

Il Presidente Ilham Aliyev ha definito la dichiarazione come un documento politico molto serio, approfondito e dettagliato, che copre tutti i settori: politico, economico, culturale, umanitario ed identifica in effetti le priorità chiave per la nostra futura cooperazione bilaterale. Il nostro capo di stato ha sottolineato che in questa dichiarazione congiunta ci sono previsioni importanti, che mostrano che il nostro rapporto è vicino persino all'alleanza e che lo stesso documento può anche gettare le basi per un nuovo accordo attualmente in discussione tra l'UE e l'Azerbaigian. Da parte sua il Presidente Sergio Mattarella ha affermato che questa dichiarazione rende evidente lo stato eccellente delle nostre relazioni sotto ogni profilo e in ogni versante. Inoltre, il Ministro degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio ha evidenziato che questo documento ha sancito un vero salto di qualità nel nostro partenariato, che deve andare ben oltre il settore energetico - che pure costituisce un pilastro del ponte est-ovest tra Roma e Baku.

Oltre alla firma della Dichiarazione Congiunta, la visita di Stato è stata occasione per la sottoscrizione di altri 27 accordi, che spaziano dall’area economica a quella culturale e didattica.

Elenco di tutti i docuementi firmati durante la visita:

1. Dichiarazione Congiunta sul Rafforzamente del Partenartiato Strategico Multidimensionale tra la Repubblica dell’Azerbaigian e la Repubblica Italiana

2. Protocollo d’Intesa fra il Ministero dello Sviluppo Economico della Repubblica Italiana e il Ministero dell’Energia della Repubblica dell’Azerbaigian sulla cooperazione nel settore dell’energia

3. Protocollo d’Intesa nel settore della cultura fra il Ministero per i beni e le attività culturali della Repubblica Italiana e il Ministero della Cultura della Repubblica dell’Azerbaigian

4. Protocollo d’Intesa fra il Ministero per i beni e le attività culturali della Repubblica Italiana e l’Agenzia Statale del Turismo della Repubblica dell’Azerbaigian sulla cooperazione nel settore del turismo

5. Protocollo d’Intesa fra il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale della Repubblica Italiana e il Ministero degli Affari Esteri della Repubblica dell’Azerbaigian

6. Protocollo d’Intesa sulla cooperazione nella quarantena e nella protezione delle piante fra il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali della Repubblica Italiana e l’Agenzia per la sicurezza alimentare della Repubblica dell’Azerbaigian

7. Dichiarazione di Accordo fra Leonardo Spa e il Ministero della Difesa della Repubblica dell’Azerbaigian

8. Protocollo d’Intesa fra il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) e il Comitato Nazionale Olimpico Azerbaigiano

9. Protocollo d’Intesa fra l’Agenzia Spaziale Italiana e “Azercosmos”

10. Protocollo d’Intesa fra CDP, SACE, SIMEST e la Società di investimento dell’Azerbaigian

11. Protocollo d’Intesa fra Agenzia ICE e Fondazione per la promozione delle esportazioni e degli investimenti dell'Azerbaigian (Azpromo)

12. Accordo di Cooperazione fra SNAM e SOCAR

13. Accordo di partenariato fra SIMEST SpA e Fondazione per la promozione delle esportazioni e degli investimenti dell'Azerbaigian (Azpromo)

14. Protocollo d’Intesa fra Ansaldo Energia e il Ministero dell’Energia della Repubblica dell’Azerbaigian

15. Protocollo d’Intesa fra Ansaldo Energia e AzerEnerji

16. Contratto di compravendita fra I.M.A. e “Ferrovie dell’Azerbaigian”

17. Protocollo d’Intesa fra l’Università LUISS e ADA (Accademia Diplomatica dell’Azerbaigian)

18. Memorandum d’Intesa tra il Porto Commerciale Navale Internazionale di Baku e l'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale

19. Memorandum d’Intesa tra il Porto Commerciale Navale Internazionale di Baku e l'Autorità di Sistema Portuale del Mare Ligure Occidentale

20. Memorandum d’Intesa tra l’Ente Nazionale per il Microcredito Italiano e Banca Centrale della Repubblica dell’Azerbaigian

21. Memorandum d’Intesa tra l’Ente Nazionale per il Microcredito Italiano e l’ Agenzia per lo sviluppo delle piccole e medie imprese della Repubblica dell’Azerbaijan

22. Memorandum d’Intesa tra K-BEK Sport e Fondazione per la promozione delle esportazioni e degli investimenti dell'Azerbaigian (Azpromo)

23. Contratto di compravendita tra Lucchini RS e “Ferrovie dell’Azerbaigian”

24. Contratto di compravendita tra “Garbellotto” e “Aspi-Agro”

25. Memorandum d’Intesa tra l’Agenzia per lo sviluppo delle piccole e medie imprese della Repubblica dell’Azerbaijan e Promos Srl

26. Memorandum d’Intesa tra INSME (International network for small and medium enterprises) e l’Agenzia per lo sviluppo delle PMI delle piccole e medie imprese della Repubblica dell’Azerbaijan

27. Dicharazione tra il Comune di Roma e l’Amministrazione della Riserva Statale storico-architettonica "Icherisheher" della Repubblica dell’Azerbaijan

28. Memorandum d’Intesa tra il Ministero degli Affari Esteri della Repubblica dell’Azerbaigian ed il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale della Repubblica Italiana riguardante lo svolgimento di attivita’ lavorativa retribuita da parte dei familiari conviventi del personale delle missioni diplomatiche, uffici consolari e rappresentanze permanenti

Molto importante anche la sezione della visita dedicata all’economia, che ha previsto un pranzo di lavoro in onore del Presidente Ilham Aliyev, organizzato dal gruppo Cassa Depositi e Prestiti con la presenza di selezionati top manager dei più grandi gruppi industriali italiani, con interessi di rilievo in Azerbaigain, così come il Business Forum Azerbaigain-Italia presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che ha visto i saluti di apertura dello stesso Presidente Ilham Aliyev e del Ministro Luigi Di Maio: l’alta rappresentanza intervenuta, la presenza di circa 260 esponenti di enti, associazioni ed imprese italiane ed azerbaigiane appartenenti a diversi settori (agro-industria; infrastrutture; energia; ICT; tessile ecc.) e quanto evidenziato negli interventi, hanno sottolineato ancora che si è aperto un nuovo scenario per le relazioni economiche bilaterali, che coinvolgeranno nuovi settori, oltre quello energetico.

Il Presidente Ilham Aliyev ha inoltre incontrato in Campidoglio la sindaca di Roma Virginia Raggi. A suggellare gli stretti rapporti bilaterali in ambito culturale, durante l’incontro la delegazione ha visitato l’Aula Giulio Cesare, dove sono stati esposti i reperti archelologici provenienti dagli scavi dell’area di via Alessandrina, realizzati grazie al finanziamento del Governo dell’Azerbaigian.

Tutto l’anno 2020 – Anno della Cultura dell’Azerbaigian in Italia, sarà dedicato proprio alla cultura azerbaigiana e ai rapporti culturali con l’Italia, con numerose iniziative in tutta la penisola, a cui ha dato il via ufficiale la visita di Stato del Presidente Ilham Aliyev, con un concerto presso la Cappella Paolina del Quirinale, alla presenza delle più importanti cariche istituzionali dei due paesi, ormai partner startegici sempre più vicini.