2017-04-21
Visita ufficiale in Italia del ministro degli Affari Esteri dell'Azerbaigian Elmar Mammadyarov, 20 aprile 2017

Italia e Azerbaigian festeggiano quest'anno i 25 anni dall'instaurazione delle relazioni diplomatiche, la cui data esatta cade l'8 maggio.

Nell'ambito delle iniziative per l'anniversario, il ministro degli affari esteri dell'Azerbaigian Elmar Mammadyarov ha svolto una visita ufficiale in Italia il 20 aprile 2017.

Nel corso della visita il ministro ha incontrato il ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale italiano Angelino Alfano, il ministro dello sviluppo economico italiano Carlo Calenda,  e ha tenuto una conferenza presso la Società Italiana per l'Organizzazione Internazionale (SIOI).

Durante l'incontro con il ministro Alfano, nel sottolineare l'anniversario dei 25 anni di relazioni diplomatiche, le parti hanno salutato positivamente i raggiungimenti della cooperazione multisettoriale bilaterale.

Il ministro Alfano ha definito l'Azerbaigian come partner affidabile, con cui sono in corso rapporti strategici, ricordando il dialogo politico di alto livello tra i due paesi. Inoltre,  il ministro Alfano ha menzionato l'importanza delle relazioni nel campo dell'energia e il significato del progetto TAP, aggiungendo che vi è un'ampia gamma di opportunità per approfondire le relazioni economiche in altri settori.

Il ministro Mammadyarov ha ricordato la "Dichiarazione congiunta sul partenariato strategico tra la Repubblica dell'Azerbaigian e la Repubblica italiana", adottata durante la visita ufficiale del Presidente dell'Azerbaigian S.E. Ilham Aliyev in Italia nel 2014, menzionando anche le relazioni in campo umanitario, cruciali, e ha osservato l'importanza delle attività svolte dalla Fondazione Heydar Aliyev.

Il ministro azerbaigiano ha evidenziato con slancio l'importanza dei corridoi del gas meridionale e i progetti TANAP e TAP. Inoltre ha fornito informazioni sui corridoi di trasporto Nord-Sud e Est-Ovest e ha lodato la promettente cooperazione in questa direzione come reciprocamente vantaggiosa.

Inoltre, Mammadyarov ha informato la sua controparte sullo stato attuale della cooperazione e della negoziazione tra Azerbaigian-Unione Europea per un accordo di partenariato strategico.

Tema di rilievo anche il processo negoziale per la soluzione del conflitto del Nagorno-Karabakh tra Armenia ed Azerbaigian e il ministro Mammadyarov ha dichiarato l'importanza che l'UE esprima il suo impegno verso i principi di integrità territoriale, sovranità, indipendenza e inviolabilità delle frontiere degli Stati, in modo comune ed inequivocabile, nel rispetto di tutti i conflitti.

Al termine dell'incontro si è tenuta una conferenza stampa congiunta con la partecipazione di entrambi i ministri.

Nell'ambito dell'incontro con il ministro Calenda le parti hanno espresso soddisfazione per il livello di relazioni bilaterali e la cooperazione tra Azerbaigian e Italia, estesa a vari settori, e hanno sottolineato l'importanza di mettere in campo sforzi congiunti per rafforzare ulteriormente questa cooperazione.

Il ministro Elmar Mammadyarov ha definito i rapporti tra l'Azerbaigian e l'Italia come strategici e ha ricordato che ciò è riflesso anche nella Dichiarazione congiunta sul partenariato strategico del 2014. Ha inoltre sottolineato che l'Italia è il principale partner commerciale del paese, all'interno dell''Unione Europea, e che la cooperazione in ambito politico, economico, energetico, nel petrolchimico, trasporti, turismo e settore umanitario si sta sviluppando con successo tra i due paesi.

Carlo Calenda ha sottolineato come l'Azerbaigian sia un importante partner economico per l'Italia. Ha anche ricordato la sua ultima visita in Azerbaigian, a febbraio di quest'anno, e ha lodato l'attività del Forum Azerbaigian-Italia.

Durante l'incontro le parti hanno menzionato le attività di successo delle aziende italiane in Azerbaigian, in particolare nell'ambito dell'energia, e hanno sottolineato l'importanza di adottare misure necessarie per proseguire questa collaborazione nel settore non petrolifero, in particolare nei settori dell'agricoltura, tessile-abbigliamento, lavorazione del cuoio, produzione di materiali da costruzione, turismo, ambito culturale e scientifico-tecnico.

Nella riunione è stata evidenziata anche l'importanza del progetto del Corridoio Meridionale del Gas in termini di approvvigionamento di gas supplementare ed è stato sottolineato che alcune società italiane hanno ottenuto contratti multi-miliardari per la realizzazione di questo progetto.

I ministri hanno scambiato opinioni sui corridoi transnazionali di trasporto e sugli sforzi congiunti per la realizzazione di progetti che contribuiranno al loro sviluppo.

Alle 17,30 del 20 aprile presso la SIOI si è svolta la conferenza del ministro Elmar Mammadyarov: "La Politica Estera dell'Azerbaigian e i Rapporti con l'Italia", preceduta dall'inaugurazione di una mostra fotografica dedicata ai XXV anni di rapporti tra Italia ed Azerbaigian, allestita nel Chiostro di Palazzetto Venezia, comprendente fotografie che hanno ripercorso i momenti salienti delle relazioni bilaterali, copie di documenti relativi a visite di alto livello, e i molti eventi organizzati in Italia per promuovere la realtà e la cultura dell'Azerbaigian.

La conferenza è stata introdotta dal Presidente della SIOI, Franco Frattini, e dal sottosegretario di Stato per gli affari esteri e la cooperazione internazionale Benedetto della Vedova.

Il Presidente Frattini ha evidenziato nella sua introduzione come le relazioni tra i due paesi siano eccellenti, grazie ai molti anni di cooperazione fruttuosa non solo nel settore energetico, segno dell'amicizia che lega i paesi. Ha condiviso le sue impressioni sulle numerose visite in Azerbaigian e ha fornito brevi informazioni sul ruolo dell'Azerbaigian nella politica regionale ed internazionale.

Ugualmente il sottosegretario della Vedova ha rimarcato l'importanza dell'anniversario delle relazioni diplomatiche, ricordando come il dialogo tra i due paesi sia da sempre franco e aperto, e come il governo italiano si impegni per raggiungere obiettivi di comune interesse. Una cooperazione basata su solide basi elevate a partenariato strategico e rapporti  sviluppati in ogni ambito.

Nel suo discorso il ministro degli esteri Elmar Mammadyarov ha affrontato le priorità della politica estera dell'Azerbaigian e le prospettive di sviluppo delle relazioni tra Azerbaigian e Italia.

Il ministro ha dato informazioni sulla storia dell'indipendenza del paese, prima nel 1918 e dopo la caduta dell'URSS, sull'aggressione dell'Armenia contro l'Azerbaigian e le sue gravi conseguenze, sul processo di risoluzione del conflitto, la strategia energetica e di trasporto, i progetti TANAP e TAP, il contributo azerbaigiano alla pace e alla sicurezza internazionali, il multiculturalismo e il dialogo interreligioso e le relazioni dell'Azerbaigian con l'Italia e l'UE.

Successivamente il ministro Mammadyarov ha risposto alle numerose domande del pubblico.

A partecipare all'evento membri del Parlamento italiano, accademici nei settori delle relazioni internazionali e del diritto internazionale, ricercatori, rappresentanti dei media e membri del corpo diplomatico accreditato in Italia.