2016-01-29
Roma, 26-28 gennaio 2016, Addressing-Challenging Radicalisation and Extremism with Interfaith Dialogue for Peace: What works?

   

 

Il Nizami Ganjavi International Center (NGIC), istituzione azerbaigiana che porta il nome dell'importantissimo poeta azerbaigiano vissuto a cavallo tra il 1100 e il 1200, rappresenta un'stituzione azerbaigiana con un mandato internazionale: la conservazione del patrimonio culturale nazionale e l'incoraggiamento e la promozione di borse di studio, ricerche, attività culturali e di sensibilizzazione sociale, con l'obiettivo di essere un centro di eccellenza per la produzione di conoscenza e di rappresentare un luogo di dialogo e di comprensione tra culture e genti. Tali scopi si sono manifestati con l'organizzazione, in collaborazione con la Societa' Italiana per l'Organizzazione Internazionale (SIOI), a Roma, di un incontro preparatorio di alto livello per il IV Global Baku Forum, che si terrà a Baku il 10 e 11 marzo 2016. Arrivato al suo quarto anno di organizzazione, il Global Baku Forum rappresenta ormai un evento tradizionale per l'Azerbaigian e riunirà capi di Stato e di Governo, rappresentanti istituzionali, opinion leaders internazionali, per un totale di circa 300 rappresentanti. Durante le giornate di incontri si discuterà dei conflitti etnici, religiosi e politici nel mondo, dello sviluppo della democrazia, di questioni globali sui temi dell'educazione, ambiente e sicurezza energetica.

Il Forum di Roma “Addressing-Challenging Radicalisation and Extremism with Interfaith Dialogue for Peace: What works?”, si e’ aperto nella giornata del 27 gennaio con un Simposio internazionale sul contrasto agli estremismi e radicalismo attraverso il dialogo interreligioso, presso il Senato della Repubblica Italiana, che ha visto la partecipazione di alte cariche istituzionali italiane, tra cui il Presidente del Senato Pietro Grasso, l’ex Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, il Presidente SIOI e gia’ Ministro degli Affari Esteri Franco Frattini e numerosi Capi di Stato e di Governo stranieri, in carica o cessati dal mandato. Presenti anche alti esponenti del mondo religioso, accademico e culturale italiano. I lavori si sono poi spostati nel pomeriggio e nella giornata del 28 gennaio al Grand Hotel de la Minerva. Nel pomeriggio del 27 gennaio i partecipanti all’incontro sono stati ricevuti dal Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, al Quirinale. Sono intervenuti il Presidente del SIOI, Franco Frattini, la ex Presidente della Lettonia, Vaira Vike-Frieberga, e il Direttore della Biblioteca di Alessandria, Ismail Serageldini, co - Presidenti del NGIC. Il Capo dello Stato ha rivolto un indirizzo di saluto. Presente in Italia per l'occasione il Presidente del Comitato Statale del lavoro con la Diaspora, Nazim Ibrahimov. Grande la volonta’ espressa dai partecipanti di contrastare ogni forma di radicalizzazione e di favorire il dialogo interreligioso. 

 

http://youtu.be/Pq0nwvuLpzM  

https://www.radioradicale.it/scheda/464893/il-presidente-della-repubblica-sergio-mattarella-incontra-il-presidente-del-sioi