2016-01-18
ITAZERCOM riconosciuto Camera di Commercio Italo Azerbaigiana

L'ITAZERCOM - Istituto per il Commercio Italo-Azerbaigiano ha ricevuto ufficiale comunicazione dal Ministero dello Sviluppo Economico italiano del parere favorevole all'iscrizione dell'Istituto stesso all'Albo delle Camere di commercio italo-estere o estere in Italia, con la denominazione di "Camera di Commercio Italo Azerbaigiana".

Tale riconoscimento conclude un iter complesso previsto dalla legge e volto all’accertamento dell’esistenza dei requisiti richiesti ed alla valutazione da parte del MISE delle attività svolte dalla Camera.

Tra le motivazioni espresse dalla Conferenza dei Servizi preposta figurano l'adeguata struttura organizzativa ed operativa, risorse di bilancio congrue, intense attività che, dall'anno di costituzione, nel 2012, hanno visto accrescere le relazioni dell'Istituto sia in Italia che in Azerbaigian ed offrire un contributo importante e sempre maggiore allo sviluppo dei rapporti economici tra i due Stati. 

 

Ottima da sempre la cooperazione dell'Istituto, presieduto dall'Avv. Manuela Traldi, con l'Ambasciata dell'Azerbaigian in Italia.  

 

L’Italia  si e’ distinta anche nel 2015,  nell'Unione Europea, come un partner importante e vicino all'Azerbaigian, e le relazioni bilaterali e multilaterali tra i due Paesi sono in continuo sviluppo, come possono testimoniare le numerose visite istituzionali da entrambe le parti. 

L'Italia resta il maggior partner commerciale dell'Azerbaigian, con un volume di scambio bilaterale di oltre 7 miliardi di Euro. L'Azerbaigian è tra i più grandi fornitori di greggio all'Italia. Prosegue la realizzazione del progetto Trans Adriatc Pipeline per la creazione del gasdotto che dall'Azerbaigian porterà gas nei mercati d'Europa, e da ciò l'Azerbaigian diventerà anche uno dei principali fornitori di gas per l'Italia.

Nell’ottica di differenziazione dell’economia, cosi’ importante per il governo azerbaigiano, l’Italia si inserisce con una larga quantità di imprese che dimostra grande interesse anche nel settore non-oil. Il volume degli investimenti nell'economia azera da parte delle imprese italiane ha superato i 490.000.000 di dollari, dei quali 120.000.000 in investimenti nel settore non energetico. C'è grande potenziale per aumentare e sviluppare le relazioni economiche tra i due paesi e l’Italia mostra un estremo interesse nel portare i legami economici con l'Azerbaigian ad un nuovo livello. Molte le aziende italiane interessate ad entrare nel mercato azerbaigiano. L’Azerbaigian è fortemente incline ad investimenti nelle industrie di meccanizzazione avanzata, innovazione tecnologica e know-how. Le aree prioritarie di interesse per lo sviluppo della cooperazione con i partner italiani sono: attrezzature per l’industria petrolchimica e chimica, ingegneristica, arredamento, industria dei metalli, tecnologie per la protezione ambientale, materiali da costruzione, ecc. Infrastrutture, agricoltura, telecomunicazioni e turismo sono i settori prioritari per l'Azerbaigian per sviluppare relazioni con le controparti italiane.