Relazioni economiche

 

L’Italia è stato uno dei primi paesi con cui l’Azerbaigian ha stabilito rapporti diplomatici. Con il riacquisto dell’indipendenza da parte dell’Azerbaigian, il 1° gennaio 1992 l’Italia ne ha riconosciuto l’indipendenza. Esistono Accordi tra i Governi dell’Azerbaigian e dell’Italia in relazione alla Promozione e alla Protezione degli Investimenti, convenzioni per evitare le doppie imposizioni ed altri accordi stipulati nel corso degli anni. Le relazioni economiche fra i nostri paesi si sono sviluppate in modo crescente e oggi l’Italia è uno dei principali partner commerciali dell’Azerbaigian. Attualmente gli scambi commerciali annuali hanno superato gli otto miliardi di dollari. La maggior parte del giro commerciale fra i due paesi è dato dall’esportazione dall’Azerbaigian verso Italia di petrolio e di prodotti petroliferi. L’Azerbaigian si è costantemente impegnato ad internazionalizzare l’economia e ad introdurre leggi e regolamenti favorevoli agli investitori esteri e nuove opportunità di penetrazione commerciale sono emerse nel corso degli anni.

Le aziende italiane mostrano un grande interesse anche al settore non-petrolifero dell’Azerbaigian, in particolare all’industria leggera, all’agricoltura, alle costruzioni, al turismo e agli altri settori. Settori che possono registrare delle interessanti potenzialita’ di sviluppo per le aziende italiane sono: attrezzature per l’industria chimica e petrolchimica; industria metalmeccanica; prodotti di illuminazione; arredamento; industria metallurgica; tecnologie per la salvaguardia dell’ambiente; materiali per il settore delle costruzioni, nautica da diporto. Sono numerosi i punti vendita delle aziende italiane, in particolare nel settore della moda.

Attualmente prodotti italiani sono presenti sul mercato azerbaigiano anche nei seguenti settori: materiali da costruzione; mobili; alimentari; calzature. Margini di sviluppo presentano anche:

distribuzione e depurazione delle acque, dell’elettricità; telecomunicazioni; trasporti; turismo; agricoltura; industria di trasformazione alimentare. Un esempio di azienda che opera in entrambi i paesi è costituito dalla società Foster Wheeler, società internazionale di progettazione e costruzione di grandi impianti industriali, nonché produttrice di apparecchiature per la generazione di potenza, in grado di offrire impianti ed attrezzature affidabili e tecnicamente avanzate, a livello mondiale. L’azienda impiega circa

12.000 professionisti di talento con competenze specialistiche al servizio dei propri clienti attraverso due linee di attività

principali: il Global Engineering and Construction Group (E&C) ed il Global Power Group (GPG). Il Global Engineering and Construction Group progetta e costruisce impianti di processo all’avanguardia nei settori upstream, LNG e gas-to-liquids, raffinazione, chimico e petrolchimico, produzione di energia, estrazione mineraria e metalli, ambientale, farmaceutico, biotecnologico e sanitario. Il Global Power Group, leader mondiale nelle tecnologie di combustione e generazione vapore, progetta, produce e costruisce impianti di produzione vapore e attrezzature ausiliarie per centrali elettriche ed impianti industriali oltre a fornire anche una vasta gamma di servizi post-vendita. L’azienda ha sede a Zug, in Svizzera, e la sua sede operativa è a Ginevra, Svizzera.